Google+

Cerca un articolo nel blog

Grazie per aver visitato il Blog, adesso sono le ore |

martedì 23 gennaio 2018

IL FUOCO CADRÀ SULLA TERRA, POCO PRIMA DELL’AVVERTIMENTO

Scontro galassie
Spaventoso scontro tra due galassie a 250 milioni di anni luce da noi, lo ha immortalato il telescopio Hubble, un'occhio spaziale in orbita intorno alla terra.

"tutti vedranno due corpi celesti che, scontrandosi minimamente a grande distanza dalla terra, causeranno una grande luce"


MESSAGGIO DELLA SANTISSIMA VERGINE MARIA ALLA SUA AMATA FIGLIA LUZ DE MARIA

CORDOBA (ARGENTINA) | Sabato, 20 Gennaio 2018

Amati figli del Mio Cuore Immacolato:

Santa Vergine

LA MIA COSTANTE VIGILANZA SU DI VOI MI PORTA AD INTERCEDERE CON GRANDE FORZA, AFFINCHÉ NON VI PERDIATE



L’umanità si appella costantemente ai “suoi diritti”, a causa di una falsa concezione della libertà. Questa generazione è sprofondata nel disamore, nel libertinaggio morale, nella mancanza di fede, nella decadenza sociale, nell'incongruenza dei concetti e delle norme, nella sfida spirituale, nell'accoglienza di ideologie nefaste, nello stordimento mentale, nella perdita dei valori e nella negazione di Dio.

Questi sono alcuni dei modi di mancare di rispetto della Volontà di Dio, sui quali l’uomo costruisce, in ogni ambito, il suo transito terreno ed imposta le relazioni con i propri fratelli e con la Creazione che lo circonda.

Figli, l’uomo sta camminando sulla terra, sempre in cerca di qualcos'altro che soddisfi il suo insaziabile appetito, non proprio per il bene, ma per quanto è sconosciuto, per quanto porta ad infrangere la Legge di Dio e degli uomini, per quello che gli procuri dominio sugli altri e la supremazia mondiale.

In questo processo, per il solo fatto di desiderare di essere superiore ai propri fratelli, l’uomo sta decadendo e si sta facendo prendere dalla superbia personale, che porta nell'ambiente in cui si muove, avendo il pensiero fisso di essere indipendente e di sottomettere gli altri.

Alcuni dei Miei figli non credono a quello che Mio Figlio ed Io continuiamo a dire per mettervi in guardia e quello che continuiamo a spiegare sul modo di operare e di agire dei figli di Dio che sono fedeli…

IN UN COSTANTE APPELLO ALLA CONVERSIONE DEL POPOLO DI MIO FIGLIO, IO VI INVIO QUESTA PAROLA AFFINCHÉ SIA UN INCITAMENTO DI FRONTE AL QUALE CIASCUNO DECIDA LIBERAMENTE DI ACCOGLIERLA E DI AVVIARSI ALLA CONVERSIONE O DI RIFIUTARLA E DI SERVIRSI DI ALTRI MEZZI, OPPURE DI FARSI ASTRARRE DALLE COSE MONDANE E METTERSI SU UNA BRUTTA STRADA, CHE PORTA ALLA PERDIZIONE.

Il Mio dovere di Madre è di non darmi tregua nel rivolgervi il Mio Appello. Il Mio Cuore arde d’Amore per ciascuno di voi, figli, per ciascuno. È giunto il momento in cui il pensiero e l’obiettivo dei Miei figli è arrivato a focalizzarsi in quello che da tempo è stato il piano di satana: allontanarvi da quello che è Divino e farvi entrare nel modo di agire e di operare umano, si è impossessato di quello che è divino per ingannare l’uomo e tenere l’uomo tra le sue grinfie.

Quanti Appelli ho lanciato! Quanto dolore ha vissuto l’umanità a causa del cattivo comportamento e delle cattive azioni dell’uomo, che ha considerato con indifferenza la vita e la sofferenza di persone innocenti!

In questo momento, a causa di una costante contaminazione della terra, l’organismo umano si è debilitato, diventando più resistente alle medicine e le malattie insorgono con forza.

FIGLI MIEI, LA TERZA GUERRA MONDIALE NON È UN’UTOPIA E NON VE NE PARLO PER SPAVENTARVI, MA PERCHÉ RIMANIATE IN ALLERTA E CUSTODIATE LE MIE PAROLE, POICHÉ DOPO LA LOTTA PER OTTENERE IL COMANDO MONDIALE, QUESTA GUERRA FINIRÀ PER CULMINARE IN UNA GUERRA PER IL POSSESSO DELL’ACQUA.

Questo prezioso liquido è stato sottoposto alla contaminazione e questo farà sì che molti paesi finiscano in una lotta per il possesso dell’acqua. Questo liquido che disprezzate, che lasciate perdere come se niente fosse, questo liquido, figli, giungerà ad essere l’ultima ragione della Terza Guerra Mondiale.

LA FOLLIA DI QUESTA GENERAZIONE È CAUSATA DAL DESIDERIO DI POTERE E DALLA SUPERBIA. (1.Giov.2, 16; 2Tim. 3, 1-5)

Chi è nel benessere vuole sempre di più, chi riesce ad ottenere successi professionali vuole quello che gli altri non hanno, chi ha acquisito un bene materiale desidera avere il meglio e il maggior bene materiale possibile, per essere ammirato…

NELLA RELAZIONE CON DIO, NON CI SI PROPONE DI CRESCERE E DI STARGLI SEMPRE PIÙ VICINO, ma si vogliono avere i posti d’onore nei gruppi parrocchiali o essere quelli che si distinguono sull'altare, per essere ammirati dai propri fratelli.

Vedo che alcuni dei Miei figli partecipano, facendosi vedere dai loro fratelli, ma le loro azioni spirituali non sono in accordo con la loro vita quotidiana.

Mio Figlio vuole che in ciascuno di voi arda e ci sia, “ad extra”, l’ardente desiderio di prendere parte a tutto quello che significhi un corretto procedere e che serva alla crescita spirituale del fratello.

NON SIATE PIETRE D’INCIAMPO PER I VOSTRI FRATELLI, NON SIATE PORTATORI DI INVIDIA SPIRITUALE, NON FABBRICATEVI LA MISURA CON LA QUALE SARETE MISURATI, (Cfr. Mt 7,2), NON METTETE IN OMBRA CHI SERVE DIO CON SPIRITO GENEROSO (Cfr. Sal 50, 12) E TENETE PRESENTE CHE MIO FIGLIO AFFIDA LA SUA VOLONTÀ AGLI UMILI E AI PURI DI CUORE (Mt. 5,3-4) AFFINCHÉ LA FACCIANO CONOSCERE AL RESTO SANTO.

Sto vedendo come si stiano bruciando le chiese, nella ribellione che sta avendo inizio contro il Popolo di Mio Figlio e la Sua Istituzione. I Miei figli non si fermano a pensare con il cuore, non pensano che stanno forgiando la loro distruzione spirituale, una chiesa si può ricostruire, un atto contro Dio è un grave peccato ed Io prego che si pentano prima che cali la notte.

In questo momento sono tanti coloro che emettono comunicati riguardanti l’Avvertimento ed Io li sento dare false interpretazioni di quello che l’Avvertimento è veramente; questo grande Atto di MISERICORDIA per l’umanità è allo stesso tempo personale e di tutta l’umanità.

Personale perché ciascuno vedrà sé stesso così com'è e di tutta l’umanità perché tutti vedranno due corpi celesti che, scontrandosi minimamente a grande distanza dalla terra, causeranno una grande luce ed un fuoco che cadrà in alcuni luoghi della terra, poco prima dell’AVVERTIMENTO.

FIGLI MIEI, L’AVVERTIMENTO NON È UNA GARANZIA DI CONVERSIONE PER TUTTA L’UMANITÀ, MA AL CONTRARIO, COLORO CHE SI RIBELLERANNO NEL VEDERE LE TANTE OFFESE CHE HANNO COMMESSO, SARANNO ANCORA PIÙ IMPLACABILI CONTRO IL POPOLO DI MIO FIGLIO.

Amato Popolo di Mio Figlio:

Il terrorismo aumenterà, si sta preparando a colpire il bersaglio con i suoi atti indebiti. Pregate per l’Italia, per la Spagna e per il Portogallo.

La terra tremerà di più, le faglie situate nelle profondità della terra si agiteranno a catena ed i Miei figli patiranno a causa dei terremoti, che aumenteranno d’intensità.

Il comunismo è in agguato, travestito da bene e sta prendendo potere.

Il mare si agiterà e penetrerà sulla terra, lasciando allo scoperto il male causato dalla contaminazione.

Ci saranno fenomeni che porteranno a fermare la navigazione aerea e marittima per un pò di tempo.

MIEI AMATI, NON ALIMENTATE LA DUREZZA DI CUORE, (Sal.95,8-9; Ebrei 3,7-9)
A DIO VERRETE CON UN CUORE DI CARNE, (Ez.11,19)
ABBANDONANDO LA SUPERBIA ED I GIUDIZI TANTO BANALI CHE DATE.

Vi invito a guardare a Me, a camminare assieme a Me, cosicché Io vi guidi a Mio Figlio, tenendo presente che la vita dei Miei è una vita Cristocentrica. (Cfr. Fil. 1,21)

RISPETTATE I COMANDAMENTI E SIATE PORTATORI DELLE BEATITUDINI. IN QUESTO MODO MOLTIPLICHERETE I BENI CELESTI.


Vi Amo, Vi Benedico.

Mamma Maria


AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO
AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO
AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO

NOTA IMPORTANTE RIGUARDO LA TRADUZIONE:


Poiché questi messaggi sono espressi dalla veggente in lingua spagnola, può darsi che alcuni contenuti, anche importanti, possano risultare distorti, controversi o "grammaticalmente non fluidi", forse anche a causa di una non corretta interpretazione del loro concetto linguistico più attinente, per questo motivo, ove disponibile, ho cercato di allegare al termine del messaggio la registrazione audio del medesimo in lingua originale, vi prego quindi, nel caso in cui doveste riscontrare qualche difficoltà nella lettura, di confrontare entrambe le versioni del messaggio, per farvi un'idea più chiara del suo effettivo significato.
LACRIMAZIONE DELLA SANTA VERGINE DURANTE L'APPARIZIONE A LUZ DE MARIA
TUTTI I MESSAGGI RIPORTATI NEL BLOG SONO DA CONSIDERARSI COME SEMPLICI NOTE INFORMATIVE
IN QUANTO NON È OBIETTIVAMENTE POSSIBILE VERIFICARE LA LORO EFFETTIVA ATTENDIBILITÀ.

domenica 21 gennaio 2018

STANNO ARRIVANDO I GIORNI DELLA GRANDE PROVA PER IL MIO POPOLO

Comunione dei Santi

“Raccoglietevi in preghiera, digiuno e penitenza, in modo rafforzare il vostro spirito ed uscire vittoriosi dalle battaglie spirituali che vi attendono”

CHIAMATA URGENTE DI GESÙ SANTISSIMO SACRAMENTO AL SUO GREGGE

ANTIOCHIA (COLOMBIA) | Mercoledì 17 Gennaio 2018, ore 12:45

Figli Miei, la Mia Pace sia con Voi

IGLI MIEI, TENETE PRONTA E BEN OLIATA CON LA PREGHIERA LA VOSTRA ARMATURA SPIRITUALE, INDOSSANDOLA GIORNO E NOTTE E RINFORZANDOLA CON IL SALMO 91!


Mio piccolo Nabí, stanno arrivando i giorni della grande prova per il Mio popolo; raccoglietevi in preghiera, digiuno e penitenza, in modo da poter rafforzare il vostro spirito e poter quindi uscire vittoriosi dalle battaglie spirituali che vi attendono. Figli Miei, vi dico questo perché il nemico dall'anima e i suoi eserciti sono le prove che dovrete superare. La lotta sarà contro principati e potestà, contro i dominatori di questo mondo oscuro, contro gli spiriti del male che abitano negli spazi celesti. (Efesini 6. 12)

Ancora una volta vi dico, la lotta non è con armi materiali, ma con armi spirituali. Chiunque intraprenda un combattimento spirituale senza l'assistenza del Cielo sarà perso; perché i vostri nemici non sono carne e sangue, i vostri nemici sono entità malvagie, che hanno il comando e il potere su questo mondo oscuro. Pertanto, l'unico modo per vincerli sarà con la preghiera, il digiuno, la penitenza e l'aiuto del Cielo.

Figli Miei, tenete pronta e ben oliata con la preghiera la vostra Armatura Spirituale, indossatela giorno e notte, rinforzandola con il Salmo 91. Ricordate che non potete andare in battaglia senza la vostra Armatura, perché così facendo, sarete facile preda per il mio avversario e delle sue schiere del male. Prima di entrare in combattimento, chiedete la protezione dei Nostri due Cuori e dite: Cuori di Gesù e di Maria, assisteteci nel combattimento spirituale di questo giorno; noi ci rifugiamo nei Vostri Cuori; Donateci il potere di sconfiggere il nemico della nostra anima e le sue schiere del male.

Invocate anche il Nostro Amato Michele e recitate il suo esorcismo, dato a papa Leone XIII. Pregate il Rosario di Mia Madre e del Mio Preziosissimo Sangue e consacratevi a Lei, ogni giorno mattina e sera. Il potere del Mio Sangue Glorioso vi manterrà saldi e allontanerà da voi i demoni spirituali e incarnati. Chiedete l'aiuto delle anime del purgatorio, del vostro Angelo Custode e di tutti gli angeli custodi; così come l'assistenza degli Arcangeli e degli Angeli della Milizia Celeste e delle Anime Benedette, specialmente quelle che in questo mondo furono esorcisti. In quei giorni dovete invocare anche i Miei Apostoli, in modo da essere ben protetti affinché niente e nessuno possa farvi del male.

Tenete sempre presenti il Mio Amato San Benedetto e il suo esorcismo, Sant'Antonio da Padova e il suo esorcismo, Sant'Ignazio di Loyola, San Patrizio d'Irlanda, e la sua preghiera Pettorale, Padre Pio da Pietrelcina, il Mio San Giovanni Paolo II, e in generale tutti i miei Amati che in questo mondo hanno combattuto contro Satana e i suoi demoni. Inoltre, non dimenticare la Comunione dei Miei Angeli Santi e la preghiera e la Corazza del Mio sangue Redentore che vi ho inviato attraverso il Mio Enoch. Tutti questi sono aiuti spirituali e armi, con le quali sconfiggerete il mio avversario e le sue legioni del male.

Iniziate dunque ad usarli o Miei Guerrieri fin da adesso, in modo che quando arriveranno quei giorni siate rafforzati e possiate affrontare gli eserciti del mio avversario senza timore. Non temete, permanete saldi nella fede e uniti nell'amore; Se seguirete le nostre istruzioni e le metterete in pratica, vi assicuro che nessuna forza del male potrà arrecarvi danno. Ricordatevi, bambini miei, che durante l'Avvertimento sarete anche rivestiti dei doni e dei carismi per poter affrontare il mio avversario. Ancora una volta vi dico, non temete, rimettete la vostra fiducia nei Nostri due Cuori e offrite la vostra purificazione personale come offerta d'amore al Padre Mio e vi assicuro che conquisterete la Corona della Vita.

La Mia Pace vi lascio, la Mia Pace Io vi dono.
Pentitevi e convertitevi, perché il Regno di Dio è vicino.

Il vostro Gesù, Santissimo Sacramento

RENDETE NOTI I MIEI MESSAGGI A TUTTA L'UMANITÀ, GREGGE MIO


TUTTI I MESSAGGI RIPORTATI NEL BLOG SONO DA CONSIDERARSI COME SEMPLICI NOTE INFORMATIVE
IN QUANTO NON È OBIETTIVAMENTE POSSIBILE VERIFICARE LA LORO EFFETTIVA ATTENDIBILITÀ.

giovedì 18 gennaio 2018

QUESTO È IL MOMENTO DI METTERE IN PRATICA QUELLO CHE DICE LA SACRA SCRITTURA

Vento scoperchia casa
Fortissime raffiche di vento divelgono il tetto di una casa, un'intensa perturbazione sta flagellando. Otto morti tra Olanda, Belgio e Germania

"La Natura sta flagellando la terra con forza e la terra trema fortemente, come se volesse cancellare ogni traccia del male"


MESSAGGIO DELLA SANTISSIMA VERGINE MARIA ALLA SUA AMATA FIGLIA LUZ DE MARIA

CORDOBA (ARGENTINA) | Domenica, 14 Gennaio 2018

Amati figli del Mio Cuore Immacolato:

Santa Vergine

VOI SIETE IL POPOLO DI MIO FIGLIO, UN POPOLO CHE È BENEDETTO QUANDO VIVE, OPERA ED AGISCE NELLA VOLONTÀ DIVINA



Ciascuno ha titolo alla Vita Eterna! Per questo il Mio appello è costante, affinché ravviviate volontariamente l’Amore di Mio Figlio che avete in voi e in questo modo siate docili strumenti nelle mani del Vasaio Divino.

Voi cadete, inciampate, vi rialzate e continuate a commettere gravi errori, perché vi rifiutate di scoprire gli insegnamenti che sono impliciti in ogni sbaglio, volontario o involontario che sia. L’uomo cade e continua a fare gli stessi errori, perché non riflette.

Voi non conoscete, non godete, non ambite, non bramate l’Amore di Mio Figlio, credete di amare Mio Figlio. Io vi chiedo di guardarvi dentro, vi chiedo di considerare le vostre opere e le vostre azioni…

VOI SIETE TEMPLI DELLO SPIRITO SANTO! (Cfr. 1 Cor. 3,16)

Un grandissimo male sta corrodendo l’organismo spirituale dell’uomo, lo debilita, lo fa diventare debole in ogni ambito della vita. Un grandissimo male porta l’uomo a stancarsi nella crescita spirituale.

Un grandissimo male che rimane occulto a chi ne soffre e quando esce allo scoperto ha fatto piazza pulita dei fratelli, ha distrutto, ha separato, ha disunito, ha ferito altri fratelli e colui che ne soffre…

L’uomo che soffre di questo male punta il dito contro i fratelli, ma non riconosce il proprio modo sbagliato di agire e di comportarsi.

Questo è il grande male dell’uomo di questo momento, non vuole essere corretto, non permette che gli si faccia notare un errore, perché sta vivendo il Vangelo a suo piacimento e come i farisei punta il dito e non applica nella propria vita quello che predica. (Cfr. S.Mt 23,1-3)

QUESTO GRANDISSIMO MALE È LA SUPERBIA. (Cfr. 1Giov. 2,16; Prov. 14,3, 11,2)

È un male che avvelena l’uomo lentamente, perché chi ne soffre non ammette di soffrirne, in quanto non lo vede.

QUALE MADRE DESIDERO CHE VI ANALIZZIATE E SE SOFFRITE DI QUESTO MALE CHE LO RICONOSCIATE:

  • Non vi assoggettate a nessuna direttiva?
  • Imponete la vostra volontà, nonostante questo significhi perdere quelli che vi stanno vicino?
  • Non fate quello che dite davanti agli altri?
  • Siete esigenti con i vostri fratelli, ma non altrettanto con voi stessi?
  • Dovete stare al primo posto e sovrintendere su tutto quello in cui vi mettete?
  • Incolpate gli altri degli errori che commettete?
  • Non riuscite a chiedere perdono e siete implacabili?
  • Godete nel sentirvi amati ed ammirati, ma non siete capaci di amare né di ammirare un fratello?
  • Siete parziali in quello che vi conviene?
  • Non cedete di fronte ai pensieri di altri fratelli?

QUANTE PAGINE DI DETTAGLI POTREI DARE PER FARVI ANALIZZARE!...
HO DATO PRIORITÀ A QUELLO CHE È IN RELAZIONE AL FRATELLO, ALLA FRATERNITÀ.

Amati figli, state vivendo con molte carenze spirituali, perché non vi curate di essere migliori. Ogni momento che passa vi fa ingrandire l’ego e vi rende immuni all’AMORE.

Chi rifiuta l’AMORE, si allontana dalla fonte della Trinità Sacrosanta. La mancanza d’Amore porta all'empietà, all'irrequietezza, a mancanze di ogni genere e di conseguenza, chi soffre di carenza d’amore, che è essenziale nella vita per poter abbandonare le catene che gli impediscono di avere un cuore di carne, di perdonare o di perdonarsi, deve proporsi un fermo proposito di correggersi per poter riuscire ad avere le ali spirituali per solcare le vette.

Amati figli del Mio Cuore Immacolato:

IL DEMONIO NON AMA IL BENE, NON VUOLE CHE VOI CAMBIATE QUELLO CHE VI TIENE LEGATI E CHE VI IMPEDISCE DI CAMMINARE.

Pertanto dovete riconciliarvi con Mio Figlio ed eseguire la penitenza, per fare in modo che quando ricevete la Sacra Eucaristia vi fortifichi, vi illumini, vi colmi dell’Amore che supera l’amore umano.

La conversione è un lungo cammino che dovete prepararvi a percorrere.

La strategia del demonio è di alimentare il disamore, di alimentare la superbia, l’empietà, la ribellione alle regole.

Il demonio si compiace nel vedervi trasgredire la Legge di Dio, si compiace nel vedere che vi trasformate in persone che feriscono, che colpiscono, che uccidono, che distruggono i vostri fratelli.

Amati figli del Mio Cuore Immacolato, in mezzo alla fame, al dolore, alla malattia, ai sacrifici, all'attesa, all'angoscia, alle difficoltà, all'egoismo altrui, ai maltrattamenti, alle segnalazioni, all'ingiustizia… Voi avete quello che manca a coloro che vi opprimono, stimolati dal male:

AVETE IL GRANDE TESORO DELL’AMORE, CHE VINCE QUELLO CHE L’UOMO CREDE IMPOSSIBILE. (Cfr.Col 3,14; 1 Cor 13,2 e 13)

L’AMORE RENDE IL PICCOLO GRANDIOSO, QUELLO CHE IN APPARENZA SEMBRA SUPERFLUO, NECESSARIO. DÀ SOLLIEVO ALLA MALATTIA, DÀ AL SACRIFICIO LA SUA RICOMPENSA, ALL'ANGOSCIA LA CALMA, VINCE L’EGOISMO, VI FORNISCE IL BALSAMO CHE L’AMOR DIVINO DÀ A COLORO CHE LO AMANO…

In questo momento la mancanza d’Amore è il risultato del continuo rifiuto nei confronti del fratello, che satana ha impiantato nella mente di alcuni dei Miei figli, ma cosa ancora più grave, nei confronti di quello che è Divino.

Le cattive direttive ed i concetti permissivi ed illeciti di alcune ideologie, hanno indurito i cuori per fare in modo che si dichiarassero contro tutto quello che è il bene ed il demonio ha così ottenuto che l’uomo infangasse quello che è Sacro.

Il demonio teme il bene e voi, non comportandovi e non agendo nel bene, vi trasformate in conduttori del male. Dovete rendervene conto e non servire al male per diffondersi, voi siate quelli che diffondono il bene in tutta la Creazione.

Vedo i Miei figli soddisfatti dei buoni propositi che si formano nella loro mente, che poi diventano un’astrazione spirituale, perché non avendo una volontà forte e decisa per fare del proposito un pensiero costante e determinato che si concretizzi in un’azione reale, tutto rimane a livello intellettuale e non viene realizzato in concreto. State vivendo nell’ambiguità di un’interpretazione basata sulla vostra convenienza.

Amati figli del Mio Cuore Immacolato, nutritevi del bene, cercate il bene, abbiate fame di bene e sete di condividere il bene con i vostri fratelli.

Vi ho chiesto di conoscere Mio Figlio a fondo, se non vedete Mio Figlio nel vostro fratello, non conoscerete Mio Figlio profondamente.

QUESTO È IL MOMENTO DI METTERE IN PRATICA QUELLO CHE DICE LA SACRA SCRITTURA
(Cfr. 1Tim. 3,16)

IN QUESTO MOMENTO SIETE PARTICOLARMENTE IMPEGNATI IN QUELLO CHE IL MALE HA INTESSUTO PER TRASCINARE L’UMANITÀ VERSO LA PERDITA DELLA VITA ETERNA.

SIATE FORTI NELL'AMARE COME DIO VI AMA E DEBOLI NELL'AMORE CHE INSEGNA IL MONDO. (Cfr. S.Giov. 3,16)

Amati figli del Mio Cuore Immacolato, la Natura sta flagellando la terra con forza e la terra trema fortemente, come se volesse cancellare ogni traccia del male.

Gli Stati Uniti continueranno la loro sofferenza

L’Europa continuerà ad essere colpita dal terrorismo.

L’Italia e la Spagna, patiranno a causa dell’uomo e della natura.

Il mare si agiterà, la barca si agiterà, è necessaria la preghiera.

MIEI AMATI, IO NON VI RIVELO QUESTA PAROLA PERCHÉ LA LEGGIATE E VE NE DIMENTICHIATE, MA PERCHÉ LA METTIATE IN PRATICA E QUINDI SIATE PIÙ DI DIO E MENO DELLA MONDANITÀ. (Cfr. S.Giac. 1,22)

Il Mio Cuore è il rifugio dell’uomo.


Non temete, Io intercedo per voi, Vi benedico.

Mamma Maria


AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO
AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO
AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO

NOTA IMPORTANTE RIGUARDO LA TRADUZIONE:


Poiché questi messaggi sono espressi dalla veggente in lingua spagnola, può darsi che alcuni contenuti, anche importanti, possano risultare distorti, controversi o "grammaticalmente non fluidi", forse anche a causa di una non corretta interpretazione del loro concetto linguistico più attinente, per questo motivo, ove disponibile, ho cercato di allegare al termine del messaggio la registrazione audio del medesimo in lingua originale, vi prego quindi, nel caso in cui doveste riscontrare qualche difficoltà nella lettura, di confrontare entrambe le versioni del messaggio, per farvi un'idea più chiara del suo effettivo significato.

ASCOLTA IL MESSAGGIO ORIGINALE DELLA VEGGENTE (in lingua spagnola)

LACRIMAZIONE DELLA SANTA VERGINE DURANTE L'APPARIZIONE A LUZ DE MARIA
TUTTI I MESSAGGI RIPORTATI NEL BLOG SONO DA CONSIDERARSI COME SEMPLICI NOTE INFORMATIVE
IN QUANTO NON È OBIETTIVAMENTE POSSIBILE VERIFICARE LA LORO EFFETTIVA ATTENDIBILITÀ.

MARCIA PER LA VITA DI WASHINGTON : TRUMP IN DIRETTA VIDEO

Pro life march Washington
Marcia per la Vita, 2017, milioni di partecipanti inondano le strade che portano al Washington Monument, all'angolo tra la 15th Street e Constitution Avenue

Colui che la santa sede definisce "il flagello di Dio", parteciperà alla marcia per la vita che si svolgerà per le strade di Washington il prossimo 19 gennaio

L'ufficio stampa della Casa Bianca ha annunciato che domani venerdì 19 gennaio il presidente degli Stati Uniti Donald Trump darà il suo contributo in diretta streaming durante lo svolgimento della "March for Life" (Marcia per la Vita) che si svolgerà come di consueto per le strade di Washington dove si prevede una grandissima partecipazione di pubblico specialmente di fede cattolica.
Letto su vari siti di informazione cattolica in giro per il web e commentato da: | Marco Matteucci | Giovedì 18 Gennaio 2018

Donald Trump The Donald, come lo definiscono affettuosamente gli amici, sta diventando uno tra i personaggi a livello mediatico più amati dal popolo di internet, la sua ricetta non solo politica sembra essere vincente e lui pensa soltanto a recuperare consensi in vista delle elezioni di mezzo termine che ci diranno se è un re sole al suo apogeo o, come affermano i suoi detrattori, un'anatra zoppa che smetterà di starnazzare quando quelle lobby massonico-capitaliste del politically correct che in passato hanno spalleggiato un tragicomico Obama che nonostante il suo doppio mandato ha distrutto le industrie e impoverito il ceto medio americano e una 'Crooked Hillary' (Hillary la corrotta) assatanata contro la religione cattolica, avrà ripreso il potere che il tycoon newyorkese con spavalderia e destrezza è riuscito a sottrarre dalle loro ingorde grinfie nella passata consultazione presidenziale.

Attila ci Sarà! ... e Tutti Gli Altri Santi?

Per la prima volta nella recente storia degli Stati Uniti un presidente sarà presente a sostegno dei partecipanti alla tradizionale "March for Life" o Marcia per la Vita che si terrà venerdì 19 gennaio 2018 a Washington DC. e parlerà in diretta streaming contro la tragica legge che legalizza la triste pratica dell'aborto e a favore del diritto divino d'esistere dei più fragili, come del resto ha finora sempre fatto fin da ben prima dell'inizio del suo mandato da presidente degli Stati Uniti d'America.

Lo ha annunciato mercoledì scorso la portavoce della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders, facendo presente che il discorso del presidente andrà in onda dal The White House Rose Garden della sua residenza presidenziale.

Siamo lieti di annunciare - ha detto compiaciuta la Sanders - che il Presidente Donald Trump sarà il primo presidente degli Stati Uniti a parlare in diretta streaming via satellite ai partecipanti dell'annuale marcia per la vita in calendario per il prossimo venerdì 19 gennaio 2018 a Washington DC.

  INTEGRAZIONE  || Venerdì 19 Gennaio 2018   20:00 CET

Stiamo proteggendo la santità della vita e della famiglia al centro della nostra società.
Voi amate la vostra famiglia, amate il prossimo, amate la nazione, amate ogni bambino, nato e nascituro, perché credete che ogni vita sia sacra, ogni bambino è un prezioso dono di Dio. Noi sappiamo che la vita è il miracolo più grande. Lo vediamo negli occhi di ogni nuova madre che culla il suo meraviglioso, innocente, glorioso neonato nelle sue braccia amorose. Io voglio ringraziare ogni persona qui, oggi, e in tutto il nostro paese che lavora col passione e con devozione infaticabile per permettere ad ogni genitore di godere di tutto l’aiuto necessario per scegliere la vita.

Chi lo avrà detto? ... il papa! … No No, lo ha detto Donald Trump, il nuovo"barbaro", il fanatico, il cappellaio matto, ... il costruttore di muri!
Il "pontarolo", il "misericordioso paraninfo" infatti era purtroppo impegnato, durante la sua nuova tournée in America Latina, a consolare gli indios dell’Amazzonia.

I giornaloni italiani ed europei, le testate cattoliche che fanno riferimento alla santa sede e tutti i media allineati a cominciare dalla RAI non hanno nemmeno menzionato l'evento.
PROBABILMENTE HANNO A CUORE BEN ALTRE COSE E DEVONO PROTEGGERE BEN ALTRI INTERESSI!

CONSIDERAZIONI PERSONALI:

Fa enorme piacere che un laico, un buon presidente di uno stato che sotto la sua guida sta tornando ad essere la più importante democrazia a livello mondiale, per economia, tecnologia e finanza, stia esaltando gli antichi valori cristiani del suo paese, ignorati nelle passate legislature da certi governanti e da cert'altri religiosi.

Mentre tutti i media allineati a una sinistra ambigua e menzognera, in Europa e nel resto del mondo, lo definiscono un nuovo Attila, egli dimostra invece con fatti reali e non a parole che è chi a costoro "muove le fila" ad essere il vero "flagello di Dio".

Nel nostro paese poi, dobbiamo quotidianamente assistere alla pregevole litania di coloro che bazzicano i salotti eleganti della politica e della nuova piccola chiesa, che continuamente accusano di mala fede e mettono alla gogna tutti coloro che oggi si arroccano strenuamente a difesa della fede, del diritto naturale e della vita.
MARCIA PER LA VITA DI WASHINGTON | Venerdì 19 Gennaio 2018
Il Presidente Trump parla in diretta video

mercoledì 17 gennaio 2018

IL CERCHIO MAGICO: PICCOLE NOTE DI (DE)MERITO AD UNA BECERA PASTORALE

Galantino vota antonio
L'On. Card Nunzio Galantino, un dirigente di spicco della neo-chiesa bergogliana con il "vizietto" di fare politica | Città del Vaticano (Roma)

"L'immigrazione rischia di essere ridotta a merce elettorale e affrontata in clima da tifo di stadio" (Nunzio Galantino, Segretario generale della CEI)

Nuovo comizio pre-elettorale sotto mentite spoglie del Vescovo emerito di Cassano all'Ionio, On. Nunzio Galantino, il quale continua a fare politica, prendendo ipocritamente distanza dalla politica stessa nella giornata del migrante e del rifugiato, per far sapere a tutti gli italiani che spetta al governo decidere il da farsi, basta che si agisca come suggerito per bocca sua assieme e d'accordo con il suo misericordioso "cerchio magico".

... Verrebbe da dire:"Bontà sua!"

Letto per caso dopo aver rimosso una copia di "Avvenire" da sotto una zampa traballante del tavolo di cucina: | M. Matteucci

Avvenire Avvenire: «L'immigrazione rischia di essere ridotta a merce elettorale e affrontata in clima da tifo di stadio». Lo ha detto il segretario generale della Cei, mons. Nunzio Galantino, nel corso della conferenza stampa per presentare le iniziative della Chiesa italiana in vista della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato di domenica scorsa 14 gennaio.

Ci Sarà un bottone per Spegnerlo?

Il vescovo ha chiesto invece un approccio diverso e con il suo caratteristico tono di supponenza intellettiva e di superiorità morale, nonché con manifesta ipocrisia ha aggiunto:

La Chiesa e le sue realtà non intendono sostituirsi alla politica e alla responsabilità di chi governa. Ma il rispetto per l'autonomia della politica non può impedire alla Chiesa di annunciare il Vangelo, anche quello dove si dice: "Ero forestiero e mi avete accolto". Certo sta a chi governa decidere strategie, livelli di interventi, modalità e politiche di accoglienza attraverso disposizioni legislative.

Tuttavia il segretario generale della Cei ha detto di non sentirsi supplente della politica in materia di immigrazione, perché, ha spiegato:

Il mio referente non è il politico di turno, ma il Vangelo e il Papa. Altrimenti dopo le batoste che ho preso da destra e da sinistra e anche da settori della Chiesa, mi chiederei "chi me lo fa fare?".

Siamo Tutti D'accordo ...Non Lo Faccia!

E a proposito di papa Francesco, citando le 16 note con rimandi all'insegnamento di altri pontefici, contenute nel suo Messaggio per questa Giornata mondiale, Galantino ha commentato:

È pretestuoso il tentativo di far passare l'attenzione di papa Francesco alla realtà della migrazione come un'attenzione dell'ultima ora, riconducibile esclusivamente e colpevolmente all'attuale Pontefice. Questa è l'opera di quanti - sconfitti dalla vita o comunque destinati ad essere infelici cronici - stanno lì, tutto il giorno, a cercare la "prova" che ha bestemmiato, per stracciarsi la veste e pretendere il crucifige.

TROPPA CARITÀ, TROPPA MISERICORDIA!

CONSIDERAZIONI PERSONALI:

SIC TRANSIT GLORIA MUNDI! (COSÌ PASSA LA GLORIA DEL MONDO! Oh, com'è transitoria la gloria di questo mondo!)


Questa assieme alla formula "HABEMUS PAPAM", all'avvenuta nomina di ogni nuovo pontefice, è forse una delle locuzioni più usate oltre le mura Leonine. Queste parole, secondo l'antico rito, venivano infatti ripetute dal cerimoniere al nuovo Papa subito dopo la sua elezione al soglio di Pietro.

Con esse s'intendeva rammentare al vescovo di Roma, nonché capo della Chiesa cattolica, (e conseguentemente a tutti i prelati della curia) la transitorietà del potere temporale e quanto, in ogni caso, la vita sia caduca così come sia vano ogni sfarzo del mondo terreno.

Dopo la cerimonia di incoronazione, infatti, il cardinale protodiacono si avvicinava al nuovo pontefice (che sulla sedia gestatoria stava transitando lungo la basilica di San Pietro) e, pronunziando questa frase latina, accendeva della stoppa posta su un'asta per ricordargli che: come la stoppa brucia e si spegne in un batter d'occhio, così anche la gloria del mondo svanisce miseramente in un lasso fugace di tempo.

Un rito simile si celebra da tempo immemorabile nel Duomo di Lucca durante i solenni pontificali di Natale, Pasqua, Pentecoste e Santa Croce, al canto del "Gloria in Excelsis Deo". Quando l'arcivescovo della città intona l'inno angelico, su di una grata pendente nella navata della cattedrale viene incendiata la stoppa, a segno evidente della vanagloria del mondo.

Anche se al giorno d'oggi con l'avvento del cosiddetto "Novus Ordo" e con questa nuova dilagante smania di ecumenismo, queste pratiche vengono mal digerite dalla nuova chiesa, bisognerebbe che ogni tanto ogni buon credente specialmente se consacrato se le ripetesse nella mente come regole fondanti di fede, di missione e di vita.
Irresistibile gag comica dell'indimenticabile Antonio de Curtis in arte Totò
tratta dal film del 1963 "Gli Onorevoli", diretto da Sergio Corbucci

martedì 16 gennaio 2018

L'ARCIDIOCESI DI LOS ANGELES PROMUOVE L'AGENDA LGBT AL CONGRESSO SULL'EDUCAZIONE RELIGIOSA

arcivescovo José Gomez
José Gomez, arcivescovo metropolita di Los Angeles, un ex sacerdote dell'Opus Dei che ha sostituito Mahoney dopo lo scandalo di abusi sessuali su minori

Guadagnandosi la reputazione di base di lancio per tutti quei dissidenti che stanno cercando di minare la sana dottrina cattolica su vita e famiglia

Sotto la guida del cardinale ultra-liberale Robert Mahoney, l'annuale Congresso sull'educazione religiosa dell'Arcidiocesi di Los Angeles - annunciato come il più grande raduno annuale di cattolici nel paese - si è guadagnato la reputazione di funzionare come piattaforma per dissidenti che cercano di minare la dottrina cattolica sulla vita e sulle questioni che riguardano la famiglia.
Tratto da un articolo di Matthew Cullinan Hoffman pubblicato il sito web cattolico: ©LifeSiteNews | Lunedì 15 Gennaio 2018

Matthew Cullinan Hoffman Quando Mahoney lasciò l'ufficio nel 2011 in disgrazia a seguito delle rivelazioni sulla sua protezione dei preti accusati di abusi sessuali su minori, fu sostituito dall'arcivescovo José Gomez, un ex sacerdote dell'Opus Dei percepito come conservatore. Le aspettative erano alte si sperava che l'amministrazione di Gomez avrebbe portato a un'inversione delle politiche di Mahoney. Tuttavia, quasi sette anni dopo, il Congresso sull'educazione religiosa continua a promuovere l'agenda dei dissidenti di Mahoney con apparente impunità, a scapito delle dottrine della Chiesa sulla vita e sulla famiglia.

L'imposizione del Regime LGBT

Quest'anno, come negli anni precedenti, il Congresso sull'Educazione Religiosa presenta un elenco di oratori che include promotori dell'agenda omosessuale, molti dei quali hanno trovato un caloroso benvenuto di mons. Gomez, arcivescovo metropolita di Los Angeles.

Sotto l'argomento "ministero LGBT", che comprende nove incontri programmati, i relatori includono p. James Martin, che considera l'orientamento omosessuale come parte del disegno di Dio dell'individuo, e come legittima "identità" di una persona. Martin definisce le persone LGBT, addirittura "sante" e apertamente le difende eliminando l'espressione "intrinsecamente malvagia" dall'insegnamento del Catechismo della Chiesa cattolica sugli atti omosessuali. Martin terrà un discorso sul tema "Costruire un ponte: riunire i cattolici LGBT e la Chiesa" e altri due discorsi, uno su "ecumenismo" e un altro su "Il Gesù storico".

Il Dr. Arthur Fitzmaurice, un attivista LGBT e omosessuale dichiarato afferma che il Catechismo della Chiesa Cattolica è "malvagio" a causa del suo linguaggio riguardo agli omosessuali, terrà due conferenze: "Transgender nelle nostre scuole: un pane, un corpo" a cui parteciperà anche Fr. Bryan Massingale, professore di teologia e etica sociale alla Fordham University di New York, che difende apertamente l'agenda politica LGBT e "Insegnamento misericordioso: accompagnare gli studenti LGBT". Nel Congresso di Educazione religiosa nel 2015, Fitzmaurice ha condannato l'insegnamento del Catechismo perche, secondo lui, insegna che l'orientamento omosessuale è "intrinsecamente disordinato" e sostiene che: "mantenere questo linguaggio offensivo nel Catechismo e in altri scritti della Chiesa è di per sé gravemente malvagio."

Massingale ha parlato l'anno scorso al simposio annuale della condannata organizzazione omosessuale "New Ways Ministry", che da tempo cerca di eliminare l'insegnamento morale cattolico contro gli atti omosessuali. Secondo il dissidente National Catholic Reporter, Massingale "ha condiviso una nota che aveva ricevuto nel 2002 dall'arcivescovo Rembert Weakland" che si era recentemente dimesso dopo essere stato denunciato per aver versato centinaia di migliaia di dollari dei fondi diocesani a un uomo con cui aveva un rapporto omosessuale. Massingale ha citato la nota di Weakland affermando: "Sulla questione dei gay, il livello delle paure è così alto che l'insegnamento ufficiale della chiesa rasenta il limite di una nuova teologia del disprezzo".

Massingale si è opposto pubblicamente all'ordine esecutivo dell'amministrazione Trump di proteggere la libertà religiosa perché la considera "non necessaria e molto probabilmente minaccerebbe i diritti delle persone LGBT". Sebbene i cristiani abbiano perso le loro attività per essersi rifiutati di avallare la pratica dell'omosessualità, Massingale scrive: "Nonostante la retorica delle persecuzioni abbracciate da alcuni, i cristiani non sono sotto attacco in questo paese".

Una lesbica dichiarata di nome Yunuen Trujillo terrà due discorsi in spagnolo, dal titolo "Progetto di accettazione della famiglia: miti e realtà riguardanti la comunità gay" e "cattolico e gay: risposte alle domande pastorali più basilari". In un recente video, la Trujillo sostiene che gli omosessuali che hanno un "partner" e che sono casti sono "ugualmente santi".

Fr. Chris Ponnet terrà un discorso sull'argomento "Insegnare la misericordia: accompagnare gli studenti LGBT". Ponnet è il "direttore spirituale" dell'arcidiocesi dell'ufficio del ministero cattolico di Los Angeles per le persone omosessuali. Di recente ha rilasciato un'intervista al quotidiano degli studenti dell'UCLA The Daily Bruin , in cui afferma che dopo anni di personaggi che sono "acidi e amari" nei confronti dello stile di vita gay, la società sta cominciando a capire cosa significa un rapporto impegnato in gay e lesbiche. Secondo il giornale, ha anche aggiunto che: "anche se la Chiesa cattolica oggi non benedice le relazioni LGBT, penso che la sua prospettiva sull'inclusione del LGBT stia cambiando".

Secondo indiscrezioni, Ponnet organizzerà anche un "seminario" che "condividerà strumenti concreti e considererà scenari reali per aiutare gli educatori a discernere un misericordioso equilibrio tra insegnare la dottrina e offrire assistenza pastorale mentre accompagnano gli studenti LGBT attraverso i viaggi di auto-scoperta e accettazione di sé."

Molti degli oratori sopra menzionati, come Fitzmaurice, Ponnet e Trujillo, in realtà lavorano per l'arcidiocesi di Los Angeles guidata da Gomez in vari "ministeri" per gli omosessuali.

Pro-Vita estromessa dalle Questioni Di Vita

Il congresso di quest'anno sembra ugualmente privo di materiale sul diritto alla vita. I discorsi che vengono dati sotto i titoli di "vita" e "famiglia" non fanno menzione e nemmeno accenno a temi come l'aborto e il diritto alla vita, il controllo artificiale delle nascite, l'eutanasia o la pianificazione familiare naturale. La categoria "Questioni di vita" include invece molti argomenti cari all'agenda gay, come "Allineare le risposte al bullismo con le scuole cattoliche", "Oppressione - Formazione in", "Tutti sono benvenuti in questo luogo: risorgere in comunione". Altri trattano gli argomenti di psicologia pop di Stuart Smalley, come "13 motivi per cui conta".

L'unica eccezione ai temi "gay friendly" al congresso di quest'anno è un singolo argomento di p. Ed Benioff, che si occupa di coloro che soffrono dell'attrazione dello stesso sesso come parte dell'organizzazione ortodossa cattolica "Courage". Il coraggio aiuta queste persone a resistere ai loro impulsi sessuali e a vivere una vita casta e cristiana. Benioff parlerà del ministero del Coraggio, ma il titolo del suo discorso suggerisce anche il relativismo: "Trovare il coraggio - Una via per i cattolici con le attrazioni dello stesso sesso". Il discorso è stato inserito nella categoria di "Moralità" piuttosto che " LGBT. Nella stessa rubrica, p. Massingale terrà un discorso dal titolo "Peccato: dalle regole che infrangono alla giustizia violenta".

Il Disprezzo Totale delle Bugie

Joseph Sciambra, un'ex pornostar omosessuale che si è convertita alla fede cattolica e ora difende la moralità sessuale cattolica in California, ha detto a LifeSiteNews di aver informato l'arcivescovo Gomez della natura non ortodossa degli oratori sulle questioni LGBT prima del Congresso sull'educazione religiosa dell'anno scorso, ma inutilmente.

"Durante e dopo il Congresso del 2017, ho parlato con i rappresentanti dell'Arcidiocesi di Los Angeles, tra cui l'Arcivescovo Gomez, e ho parlato loro delle mie preoccupazioni", ha detto Sciambra a LifeSite. "Eppure, quest'anno, hanno inspiegabilmente invitato probabilmente il più controverso oratore della Chiesa cattolica sul tema dell'omosessualità: James Martin, SJ"

Sciambra ha anche detto a LifeSiteNews di aver distribuito opuscoli ai partecipanti al convegno del 2017 sulle posizioni non ortodosse degli oratori su questioni familiari e di vita, e ha scoperto che molti erano scioccati e sorpresi nell'apprendere che tali oratori potevano apparire in un congresso approvato e sponsorizzato da l'arcidiocesi di Los Angeles.

"Quando ho informato i cattolici, che stavano partecipando al Congresso, che alcuni oratori stavano criticando il Catechismo, erano sinceramente scioccati", ha detto Sciambra a LifeSite. "La risposta che ho sentito più volte è stata: 'Ma questa è una conferenza cattolica; è sponsorizzato dall'Arcidiocesi di Los Angeles; l'arcivescovo è qui? Il loro punto è che, poiché il Congresso di Los Angeles è un evento ufficiale dell'Arcidiocesi, tutti coloro che parlano sostengono l'insegnamento della Chiesa. Un'ipotesi ragionevole."

Sciambra ha osservato che la "semplice presenza" di tali oratori in un congresso ufficiale dell'arcidiocesi "conferisce loro un certo imprimatur".

"Sfortunatamente, molti cattolici devoti e fedeli non capiscono e nemmeno sanno cosa insegna la Chiesa sull'omosessualità. Pertanto, quando frequentano una lezione di [p. James] Martin in una conferenza ufficiale cattolica, presumeranno che tutto ciò che ha scritto e sostiene supporti quegli insegnamenti. In altre parole, i Vescovi, che permettono a questi oratori di fare simili dichiarazioni, contribuiscono in toto alla confusione e alla propagazione delle bugie".

CONCLUSIONI:

"Ogni lesione alla vita, specie nella sua origine, provoca inevitabilmente danni irreparabili allo sviluppo, alla pace, all'ambiente. Nemmeno è giusto codificare in maniera subdola falsi diritti o arbitrii, che, basati su una visione riduttiva e relativistica dell'essere umano e sull'abile utilizzo di espressioni ambigue, volte a favorire un preteso diritto all'aborto e all'eutanasia, minacciano il diritto fondamentale alla vita. Ma anche le unioni gay, che destabilizzano il matrimonio, mettono a rischio la pace. Come si può pensare di realizzare la pace, lo sviluppo integrale dei popoli o la stessa salvaguardia dell'ambiente, senza che sia tutelato il diritto alla vita dei più deboli, a cominciare dai nascituri?" (S.S. Benedetto XVI°, Giornata Mondiale per la Pace - 2012)

FAI CLIC QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO SUL SITO WEB "© LifeSiteNews"

lunedì 15 gennaio 2018

FAMIGLIA CRISTIANA ANNUNCIA IL CALO DEGLI ABORTI, MA QUAL'È LA VERITÀ ...VERA?

 Gian Luigi Gigli - Movimento per la vita

"Si impone dunque una rivisitazione dei consultori familiari per potenziarne la capacità di prevenzione, come la stessa 194 vorrebbe." (G. L. Gigli, Movimento per la vita)

Ambigue affermazioni lette su un deludente articolo pubblicato di recente sulla rivista ex-cattolica FAMIGLIA CRISTIANA "I dati dipendono anche dall'aumento dell'uso delle varie pillole del giorno dopo". Come spiega e commenta Gian Luigi Gigli del Movimento per la vita, il quale però fa tutto il possibile per dissuadere i cattolici alla doverosa partecipazione alla marcia per la vita che si svolgerà a Roma, 19 maggio 2018.
Tratto da un articolo pubblicato da Orsola Vetri sul sito web di quella che fu: | © Famiglia Cristiana | Sabato 13 Gennaio 2018

giornali cattofluidi In diminuzione le interruzioni di gravidanza volontarie, per la prima volta il valore , nel 2016, scende al di sotto dei 60.000 per le cittadine italiane. Questi i dati forniti dal Ministero della Salute per quanto riguarda l'applicazione della Legge 194 del 1978. Un calo che segue la tendenza degli ultimi tre anni. L'anno con il valore più alto è stato il 1982 con 234˙801 interventi. Da considerare però che in questi due anni i nati sono diminuiti di 7.910 unità.

Errare Humanum Est, Perseverare Diabolicum

Commentiamo questa notizia con l'onorevole Gian Luigi Gigli, presidente del Movimento per la vita, per capire se davvero gli aborti in Italia stanno calando?

Forse è vero, ma in parte sembra dipendere dalla diminuzione del numero delle donne in età fertile: proporzionalmente, infatti, il tasso di abortività (numero di IVG per 1000 donne tra 15 e 49 anni) è sceso molto meno del dato numerico assoluto

C'è da ricordare, inoltre, che gli aborti in ospedale calano anche per il diffondersi di aborti farmacologici fai-da-te:

L’aborto è così rientrato nella clandestinità da cui la 194 avrebbe voluto sottrarlo. Soprattutto, essi diminuiscono per l’abortività precoce legata alla cosiddetta contraccezione di emergenza con cui, in realtà, si può impedire l’annidamento dell’embrione in utero. Un fenomeno, quello delle pillole dei giorni dopo, che denuncia l’emergenza educativa dell’ignoranza inconsapevole e del sesso banalizzato, con partner multipli e occasionali. I tempi di attesa per gli aborti, la distanza dalle sedi di residenza e il carico di lavoro per i medici che li praticano mostrano la pretestuosità degli allarmi lanciati da chi vorrebbe violentare la coscienza dei medici obiettori

Infine il 30 % di aborti a carico di donne non italiane e i tassi di abortività ripetuta sembrano indicare, insieme al fabbisogno educativo, anche l’importanza della situazione socio-economica:

confermando che l’aborto, prima di essere una scelta, è una coercizione e che la donna dovrebbe essere messa anzitutto in condizione di poter scegliere per la vita. Si impone dunque una rivisitazione dei consultori familiari per potenziarne la capacità di prevenzione, come la stessa 194 vorrebbe. L’esperienza dei Centri di Aiuto alla Vita mostra che molte volte è sufficiente una mano tesa per liberare la donna dalla costrizione del bisogno e della solitudine, dandole la forza di non abortire e di salvare, insieme al figlio, la sua stessa vita

CONSIDERAZIONI PERSONALI:

A parte il fatto che le stime sono state elaborate su dati relativi al 2016 e quindi sono ben “stagionate”, a me non risulta che anche in Italia, come del resto in molte altre parti del mondo, ci sia tutta questa gran voglia di preservare (anzi, vista la tragica enantiosemia del termine, meglio dire) di tutelare la vita (dal concepimento alla morte naturale), fatto salvo quel "piccolo resto santo" che a difesa della sua sacralità continuamente scrive, partecipa e lotta, venerandola sia perché la considera un dono prezioso di Dio oltre che un ideale supremo di giustizia.
Comunque il motivo dell'ambiguità di questo articolo, a parer mio, è principalmente condensato nella frase che di seguito vi ho evidenziato, secondo voi un discorso del genere (altra espressione rischiosa) impostato in tal modo cosa (sott)intende comunicare:

"Si impone dunque una rivisitazione dei consultori familiari per potenziarne la capacità di prevenzione, come la stessa 194 vorrebbe"


Leggo dal mio dizionario d'italiano aggiornato; Il sostantivo femminile prevenzione significa: Azione diretta a impedire il verificarsi o il diffondersi di fatti non desiderati o dannosi (specialmente in ambito medico, sociologico e giuridico). Quindi lascio alla perspicacia di chi legge la valutazione del significato "scivoloso" della frase in oggetto. Comunque sia, non è forse la legge 194 che ha permesso di garantire legalmente la disgraziata pratica dell’aborto nel nostro paese, la cui asseverazione ha assassinato più anime innocenti di tutte le guerre dell’era moderna messe assieme, ancor prima che potessero vedere la prima luce del mondo???
Si intende forse da parte di organismi direttamente riconducibili alla chiesa dare l’assenso all'uso di profilattici o peggio ancora alle pillole abortive misericordiose "del giorno dopo”?
Che volete che vi dica, questa e una strana faccenda che per molti versi sembra assomigliare tanto alla "storiaccia" del Sovrano (mica tanto!) Ordine dei Cavalieri di Malta.

C'è poi l'ultima "chicca" in ordine di tempo, scovata da Marco Tosatti e pubblicata sul suo blog "STILUM CURIAE" molto seguito in Italia e all'estero, che oggi è stata addirittura confermata dall'ufficio stampa della santa sede. Certamente una irriducibile abortista che viene insignita di tale prestigiosa onorificenza dalla chiesa è già di per se un evento che getta ulteriore discredito sia su questo papato che sulla curia e conseguentemente su tutta la chiesa cattolica in quanto istituzione, trascinando nello sgomento più profondo milioni di anime innocenti e pure.
"Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina da mulino, e fosse gettato negli abissi del mare." (Mt. 18, 6 - Lc. 17, 2) Questo versetto delle Sacre Scritture lo ha ricordato recentemente lo stesso pontefice durante una sua omelia.

Se tutti noi che quotidianamente siamo in trincea per difendere l'irrinunciabile essenza della vita, come ammonisce giustamente Marco Tosatti: "dobbiamo guardarci le spalle anche dal fuoco amico", questa è la dimostrazione lampante che quanti ci sparano addosso ingiurie di ogni tipo considerandoci dei "poveri retrogradi bacchettoni" e rincorrono forsennatamente questa nuova mania sociale del politicamente corretto costi quel che costi, stanno annaspando tragicamente verso la propria inesorabile dissoluzione.
LEGGE 194: il diritto negato donne e non obiettori, l'altra faccia dell'aborto

sabato 13 gennaio 2018

QUELLA FRASE SCIOC(CA) DEL CARD. TOBIN: "IL PAPA POTREBBE ORDINARE UNA DONNA CARDINALE"

Papa Francesco e Joseph Tobin
Joseph Tobin: una storia americana di successo, Papa francesco si congratula con J. W. Tobin dopo averlo eletto Cardinale | Basilica di S. Pietro (Roma)

Nel 2017 questo prelato ha accolto calorosalmente i partecipanti al cosiddetto "Pellegrinaggio LGBT", nella cattedrale cattolica di Newark.

Nell'arco di tre settimane, il cardinale Joseph Tobin, arcivescovo metropolita di Newark nello nello Stato del New Jersey (USA), ha fatto dichiarazioni sorprendenti riguardo al ruolo delle donne all'interno della Chiesa cattolica in una coppia di interviste riportate in pubblicazioni di alto profilo di area progressista: Il New York Times (NYT) e Jesuit America Magazine una tra le più accreditate riviste gesuitiche statunitensi.
Collage di vari articoli letti sul web durante la prima settimana del nuovo anno: | Marco Matteucci | Sabato 13 Gennaio 2018

Nicholas Kristoff Nicholas Kristoff ha inizialo il consueto refrain sui media dando il la con l'intervista all'Arcivescovo Joseph Tobin sul NYT e "confinando" il significato del termine "genere" o "gender" come è di moda dire oggigiorno, in quello che - a parere suo - è soltanto un falso contrasto con il cattolicesimo: "Un settore in cui la Chiesa cattolica mi sembra antiquata è la realtà del gender". Sulla prelatura femminile: "Se Gesù si fidava di donne come Maria Maddalena, se Phoebe personaggio femminile della sitcom americana con un terribile passato, che giustifica la sua bizzarra personalità, ndr. potrebbe oggi essere considerata un caposaldo della chiesa primitiva, allora perché le donne non possono essere sacerdoti o cardinali?”.

Arrivano Le Cardinalesse?

Joseph Tobin, che è un esponente di spicco della chiesa cattolica statunitense ed è stato ordinato cardinale da Papa Francesco nel 2016, ha scelto di non usare questo spazio mediatico che gli è stato concesso come un'opportunità per spiegare il corretto insegnamento della Chiesa su tale questione di liturgia e di fede, a Kristoff e ai non pochi milioni di lettori del quotidiano newyorchese che gli ha dato voce. Bensì, ha espresso empatia per coloro che hanno questo problema con il sacerdozio cattolico. Ha suggerito che il sacerdozio maschile è un "ostacolo", e poi è andato oltre, dicendo:

So che per alcune donne questo è il tipo di ostacolo che le porta ad abbandonare la chiesa.

Parlando dello stesso argomento in un'altra sua recente intervista alla rivista dei gesuiti Jesuit America Magazine, l'arcivescovo Tobin ha espresso un livello ancora più profondo di affiatamento con le donne che non sono d'accordo con l'insegnamento della chiesa. Ha detto di essere diventato:

Sempre più consapevole del perché le donne hanno avuto e hanno tutt'ora, molte comprensibili ragioni per abbandonare la chiesa a causa della "mancanza di rispetto" che vivono all'interno della Chiesa stessa.

Sviluppando l'idea che le donne sono ferite dall'essere private della partecipazione al diaconato, Tobin ha suggerito che la cultura della Chiesa si tinge di misoginia, ottusità mentale e prevaricazione maschile.

La sfida generale del clericalismo [...] non è semplicemente una mentalità potenzialmente misogina, ma [...] una mentalità chiusa. È una visione ottusa che si rifugia in certi privilegi come se fossero diritti acquisiti.

Il Caso Delle Donne Cardinale

Quando gli viene chiesto dal giornalista del NYT, "Vedremo presto le donne cardinali?"
Il cardinale Tobin "sgancia la sua bomba" più devastante:

Non credo che ci sia una ragione teologale convincente per cui il papa non possa ordinare una donna al ministero di cardinale.

Nell'intervista ad un altro giornale, il "Jesuit America Magazine", una rivista settimanale pubblicata dalla congregazione dai gesuiti degli Stati Uniti, il cardinale Tobin è andato ancora oltre, allineandosi con Phyllis Zagano, docente alla Hofstra University, un college privato di area progressista di New York. Che è una convinta sostenitrice dell'ordinazione delle donne al diaconato e ha fatto conferenze in eventi sponsorizzati da organizzazioni che promuovono l'ordinazione delle donne al sacerdozio.

Quando è stato sollecitato a fornire qualche esempio concreto del "nuovo metodo" di papa Francesco sul ruolo delle donne nella Chiesa cattolica, il porporato americano ha fatto riferimento alla commissione creata dal Papa nel luglio del 2016 al ritorno dalla visita pastorale in Polonia, la quale si incaricò di esaminare la questione del diaconato femminile e a suor Maria Domenica Melone, teologa appartenente all'Istituto delle Suore francescane (Angeline ...non dell'Immacolata! ndr)

Penso che un esempio è stato indubbiamente la commissione di studio che il pontefice ha indetto per discutere la questione del diaconato delle donne. Per me, quello che era importante non era il fatto che lui avesse indetto questa commissione, ma chi avesse partecipato. Qui nel Nord America, siamo stati felici che Phyllis Zagano, che è una donna molto erudita e anche una convinta sostenitrice della questione, sia stata chiamata a farne parte. Non appena l'ho saputo, ho detto: "Questa commissione è credibile". Penso che anche gli altri che hanno fatto parte della commissione, anche se non li conosco, sicuramente hanno dato maggiore credibilità anche loro. Ciò che potrà essere fatto in futuro sarà interessante, ma penso che sia stato soprattutto un segnale di speranza.
Un secondo esempio: C'è una donna che è rettore di una delle università pontificie di Roma La prof.ssa Mary Melone nuovo Rettore della Pontificia Università Antonianum ndr, che è un'altro esempio che dimostra che nel settore accademico le donne svolgono già un ruolo, anche nella cultura ecclesiastica. Queste sono le porte che si stanno aprendo. Penso che questi siano un paio di esempi concreti.

La Chiesa cattolica ha sempre considerato che l'ordinazione delle donne è un'impossibilità di carattere ontologico perché Gesù ha ordinato solo uomini. La loro identità maschile è essenziale per il loro sacerdozio e la loro capacità di agire nella persona di Cristo (in persona Christi).

San Giovanni Paolo II°, già nel maggio del 1994, dichiarava nella sua lettera apostolica "Ordinatio Sacerdotalis", senza inutili giri di parole:

Pertanto, al fine di togliere ogni dubbio su di una questione di grande importanza, che attiene alla stessa divina costituzione della Chiesa, in virtù del mio ministero di confermare i fratelli, dichiaro che la Chiesa non ha in alcun modo la facoltà di conferire alle donne l'ordinazione sacerdotale e che questa sentenza deve essere tenuta in modo definitivo da tutti i fedeli della Chiesa.

Poiché solo un battezzato può validamente ricevere l'ordinazione sacra (CCC 1577) e il diaconato è parte del sacramento degli ordinamenti sacri, soltanto ad uomini (che abbiano fatto voto di celibato e di castità) è permesso di essere ordinati diaconi. Molti studiosi indicano donne nella Chiesa primitiva come diaconesse non ordinate, mentre alcuni sostengono che in realtà queste donne erano state ordinate per poter svolgere questo ruolo.

Opportunità Mancate

Tobin ha anche perso queste due grosse opportunità per rilasciare dichiarazioni "fedeli" sulla bellezza e sulla profondità del magistero autentico della chiesa in merito alle questioni dell'omosessualità, dell'aborto e della pianificazione familiare, forse per evitare ulteriori polemiche, ma nondimeno, il suo atteggiamento sulla questione dei gay è sempre stato manifestamente ambiguo fin da ben prima dell'inizio del suo mandato sia come prete, arcivescovo o cardinale.

Il 21 maggio dell'anno appena trascorso, il Cardinale accolse personalmente gruppi di omosessuali partecipanti al cosiddetto "Pellegrinaggio LGBT", nella sua cattedrale di Newark e quando il giornalista del New York Times gli ha chiesto se fosse stato giusto usare l'evento per invitare in una cattedrale cattolica i "pellegrini LGBT" a causa del loro peccato, il Cardinale Tobin ha risposto: "Mi sembra una piccola ambiguità nei miei confronti".

Al che il cronista del New York Time ha "magistralmente" concluso:

La "Messa del pellegrinaggio LGBT" è stata un gesto significativo, per il gesto simbolico di un cardinale che accoglie un gruppo di gay cattolici, alcuni dei quali stabilmente sposati con coniugi dello stesso sesso, per partecipare al Sacramento di Santa Comunione nel cuore di una cattedrale cristiana, senza fare domande.

Subito dopo l'evento, il consigliere vaticano e il sacerdote gesuita pro-LGBT p. James Martin hanno postato un messaggio di congratulazioni al Cardinale sulla sua pagina Facebook, dicendo: "Bravo!"

Non sorprende più di tanto, quindi che il Cardinale Tobin sia uno dei massimi funzionari della Chiesa del Vaticano e degli Stati Uniti che elogia p. Martin per il suo libro pro-LGBT, dal titolo: "Building a Bridge" (Costruire un Ponte), che ha destato sgomento tra i cattolici anche per aver ottenuto l'elogio del cardinale irlandese K. J. Farrell che è Prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, istituito da papa Francesco nel 2016, che nella prefazione di questo vergognoso "libretto d'istruzioni" per l'omologazione della teoria del gender nella chiesa cattolica scrive:

Un benvenuto e tanto necessario libro che aiuterà i vescovi, i sacerdoti, i collaboratori pastorali e tutti i capi della chiesa a svolgere un più compassionevole ministro per la comunità LGBT. Il libro contribuirà inoltre ai cattolici LGBT a sentirsi più a casa in quella che è, dopo tutto, la loro chiesa.

Il cardinale Tobin è uno dei tanti, in un crescente gruppo di prelati e autorevoli religiosi che agiscono come se intendessero minare l'insegnamento del magistero e sfidare la legge naturale sostenendo le relazioni omosessuali.

Questo prelato è anche pienamente favorevole alla controversa e divisiva esortazione apostolica "Amoris Laetitia", che il Papa e alcuni Prelati hanno interpretato come un permesso ai divorziati "risposati" (che non vivono in continenza sessuale) di accedere ai Sacramenti della Penitenza e della Santa Comunione.

Un piccolo ma crescente numero di vescovi, consacrati o anche semplici fedeli laici sta dicendo con forza che tale lettura sta causando una "dilagante confusione" all'interno della Santa Casa di Dio, che diffonderà "la piaga di divorzio" nella Sua Chiesa, perché è "avulso" o peggio ancora "ambiguo" se non addirittura "eretico" rispetto al magistero perenne della Chiesa e alla sua bimillenaria Tradizione.

Il cardinale Tobin sembra voler liquidare tutti i suoi detrattori con una dichiarazione tagliente e concisa che conclude sua intervista ad America Magazine:

La mia definizione convinta di eresia è la riluttanza ad affrontare la complessità. È un desiderio di voler includere il tutto in un boccone di dimensioni contenute.


CONSIDERAZIONI PERSONALI:

“La libertà di amare non è meno sacra della libertà di pensare. Ciò che oggi si chiama adulterio, un tempo si chiamava eresia.” (Victor Hugo)

Nel video sottostante vengono analizzate da due coraggiosi intellettuali e uomini di fede, Aldo Maria Valli Giornalista laureato in Scienze Politiche, saggista e scrittore italiano oltre che vaticanista del TG1 RAI e Don Nicola Bux Professore di liturgia orientale e teologia dei sacramenti, consultore delle Congregazioni per la Dottrina della Fede, alcune ragioni per cui la chiesa, oggi come mai in oltre 2000 anni, sta attraversando un deserto di cui non si riesce ad intravedere la fine.
Il mio consiglio è quindi di guardarlo e ascoltarlo con attenzione visto che su YouTube sta diventando virale con oltre 13.300 visualizzazioni al momento della redazione del post ...BUONA VISIONE!
Che cosa sta accadendo oggi nella Chiesa? - Conferenza di Aldo Valli e Mons. Nicola Bux
Inizio Pagina Su Pagina Giù Fondo Pagina Auto Scroll Stop Scroll